Vene varicose degli arti inferiori

Vene varicose degli arti inferiori è estremamente comune, e se prima i pazienti del medico più spesso diventavano persona di età superiore, ora lei molto spesso le persone soffrono di 25-45 anni. I suoi segni, secondo varie fonti statistiche, ci sono il 66% degli uomini e il 90% delle donne tra la popolazione dei paesi sviluppati. La malattia è progressiva in natura e può essere combinato con insufficienza venosa.

Vene varicose degli arti inferiori accompagnato patologica l'estensione delle vene superficiali, che viene chiamato insufficienza delle valvole venose e accompagnata da una notevole compromissione emodinamica. In futuro, questa patologia può peggiorare tromboflebite, che porta ad un aumento del rischio di sviluppo phlebothrombosis ed embolia polmonare (PE).

Il meccanismo di sviluppo

varici degli arti inferiori

Il primo trigger nello sviluppo di questa patologia venosa degli arti inferiori è il cattivo funzionamento delle valvole venose, che porta ad un riflusso di sangue. A seguito del rallentamento della corrente del sangue reagiscono le cellule endoteliali, e su di essi sono fissati i globuli bianchi, che attivano il processo infiammatorio nella parete del vaso, dominante venoso letto. In parallelo con infiammazione è rotto la funzione endoteliale lo strato di vene, e poi tutti gli strati della parete venosa.

In primo luogo e soprattutto marcato da precedenti processi patologici soffre di un sistema di valvole delle vene. Prima di solito colpiscono la zona di carico massimo: in bocca è grande e la piccola safena vene o nelle grandi conclusioni: sanguigni. In seguito, a causa di un overflow di alveo accade iperestensione delle pareti venose e il volume di sangue venoso in superficie vasi venosi degli arti inferiori in aumento. Via superato questo volume entra attraverso un particolare sistema in una vena profonda e dilata loro. In seguito si sviluppa la dilatazione e l'insufficienza delle valvole venose.

Tali alterazioni patologiche provoca orizzontale riflusso (gittata parte del sangue nel tessuto venoso rete) e il lavoro della pompa venosa completamente perde la sua efficacia. In seguito si sviluppa ipertensione venosa, legata all'insufficienza venosa. Inizialmente il paziente edema, e poi da sanguigna sanguigna nei tessuti molli di penetrare e a forma di elementi di sangue, che portano in iperpigmentazione e sulla pelle. Con la progressione della malattia sulla superficie della pelle appare ulcera trofica, che può essere complicata da infezione secondaria.

Cause

I medici sottolineano diversi motivi che possono causare patologico disturbi nel funzionamento del sistema venoso. Loro si dividono in due gruppi principali:

  • I – la predisposizione genetica;
  • II – una serie di ragioni, dovute all'impatto di fattori sfavorevoli o una loro combinazione.

Predisposizione ereditaria alle vene varicose possono essere definite come le donne e gli uomini, nonostante il fatto che nella maggior parte dei casi questa patologia si osserva nelle donne. La malattia può per lungo tempo nulla di sé, non mostrare, ma in determinate circostanze (ad esempio, durante un intenso sforzo fisico) viene avviato un malfunzionamento delle valvole delle vene.

Anche i medici evidenziano una serie di fattori negativi, che possono provocare le vene varicose:

  • squilibrio ormonale;
  • età;
  • il diabete mellito;
  • stipsi frequenti;
  • pregresse operazioni chirurgiche o di infortunio;
  • ipercoagulabilità;
  • l'obesità;
  • la dipendenza da alcol e fumo;
  • dei rischi professionali (maggiore capacità di carico, lungo stimolato la posizione in piedi);
  • indossare la compressione corpo biancheria;
  • lungo indossare scarpe col tacco alto;
  • la gravidanza e il parto;
  • costituzionali caratteristiche e anomalie congenite del sistema circolatorio;
  • alloggio in condizioni climatiche avverse.

Segni e sintomi

Vene varicose nella maggior parte dei casi si sviluppa lentamente e gradualmente. Nella fase iniziale si manifesta poche e segni aspecifici che possono essere combinati in «la sindrome di gambe pesanti»:

  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • affaticamento delle gambe;
  • sensazione di bruciore e gonfiore nella zona vene;
  • doloranti dolore;
  • periodici gonfiore sul lato posteriore del piede e della caviglia, in aumento verso sera e scompaiono dopo una notte di sonno.

Il principale e il primo segno di un focolaio della malattia varicosa diventano apparsa cilindrici aree estese delle vene superficiali. Questo sintomo è accompagnato da affaticamento degli arti inferiori, bruciore e sensazione di pienezza nella zona di passaggio delle vene e la costante sensazione di pesantezza alle gambe. Avanzate sanguigni diventano rotondi e cominciano a parlare sopra la superficie della pelle nella zona di stop e la tibia, e dopo una lunga passeggiata o intensa attività fisica, diventano più visibili. Anche il paziente può disturbare il gonfiore, che, in particolar modo, si manifestano in serata nella zona delle caviglie, parte inferiore della gamba e sul retro del piede. Durante la notte il paziente possono comparire convulsioni. E nelle fasi successive della malattia a causa di insufficienza circolatoria in pelle sulle gambe può peggiorare.

In alcuni casi i primi sintomi di vene varicose si verificano solo i cosiddetti «vascolari asterischi» (ragnatela di vene dilatate di spessore non superiore a 0,1 mm), e il paziente per lungo tempo non sa circa l'inizio della malattia. Alcune donne percepiscono questo sintomo come solo un difetto estetico, e gli uomini semplicemente non si accorgono di lui. Nonostante l'assenza di altri segni della malattia varicosa è «teleangectasie» sono il primo e, in alcuni casi, l'unico sintomo della malattia varicosa e l'accesso a un medico in questa fase della malattia può aiutare il paziente a rallentare la progressione patologica vene varicose.

Classificazione

segni di vene varicose

Più spesso, i medici usano una forma di classificazione della malattia varicosa, proposto nel 2000, che considera la forma della malattia e il grado di insufficienza venosa cronica:

  • I – intradermica o segmentale varicose senza veno-venosa dello scarico;
  • II – segmentale varicose con riflusso in conclusioni: o/e vene superficiali;
  • III – comune di vene varicose con riflusso in conclusioni: o vene superficiali;
  • IV – le vene varicose con riflusso nelle vene profonde.

Vene varicose può essere:

  • ascendente – vienna, inizio patologico variare con il piede;
  • verso il basso – lo sviluppo di vene varicose inizia con la bocca di un grande safena.

Anche l'individuazione delle vene varicose delle gambe per definire tattiche di trattamento, è importante tener conto del grado di insufficienza venosa cronica:

  • 0 – CVI mancante;
  • 1 – il paziente si osserva solo la sindrome di «gambe pesanti»;
  • 2 – il paziente presenti riporto il gonfiore;
  • 3 – il paziente presenti persistente edema, eczema, ipo o iperpigmentazione;
  • 4 – sulla superficie del piede è formato ulcera trofica.

Complicazioni

Piaghe

Nelle prime fasi del suo sviluppo vene varicose peggiora notevolmente la qualità di vita del paziente e dà momenti spiacevoli in forma visibile cosmetica problemi. In seguito, con la progressione della patologia, sugli arti possono formare piaghe, che sono spesso complicate da infezione secondaria. Inizialmente sulla superficie della pelle appaiono (di solito nel terzo inferiore del polpaccio) aree con diradamento, secco, duro e lucido superficie. In seguito compaiono zone di iperpigmentazione e si sviluppa una piccola ulcera, aumentando di dimensioni e colori le sensazioni dolorose. In seguito i suoi bordi diventano più densi, e il fondo è coperto da un tocco di colore sporco e periodicamente sanguina. Con il minimo trauma suoi confini aumentano notevolmente e la piaga si infetta.

Tromboflebite e trombosi

Quando defunto o inadeguato trattamento delle varici degli arti inferiori può essere lo sviluppo di trombosi o di tromboflebite. Queste malattie si verificano improvvisamente e non sono associati con l'esposizione a fattori ambientali (ad esempio, con attività fisica intensa). Il paziente appare significativa e rapidamente si diffonde su tutta la gamba gonfiore, che è accompagnata da forti dolori inarcando carattere. In alcune zone della pelle può apparire locale, dolore, arrossamento o cianosi. Durante la migrazione staccato di un coagulo di sangue nei vasi sanguigni dei polmoni può sviluppare è la più grave complicanza della trombosi venosa degli arti inferiori, come PE.

Diagnostica

Di solito la diagnosi di «vene varicose» diventa evidente per phlebologist già al primo esame del paziente. Dopo lo studio dei disturbi del paziente, l'esame degli arti inferiori e una serie di prove speciali, il medico prescriverà una serie di studi per chiarire la diagnosi e la definizione di tattiche ulteriore trattamento:

  • clinico e l'analisi biochimica del sangue;
  • ULTRASUONI ecocolordoppler;
  • duplex;
  • occlusiva pletismografia;
  • rheovasography;
  • la venografia (viene assegnato solo se discutibili indicatore di tecniche non invasive).

Trattamento

I principali obiettivi del trattamento delle varici degli arti inferiori puntati su di stabilizzazione e ripristino del normale deflusso del sangue venoso, il miglioramento della qualità di vita del paziente e la prevenzione delle complicanze causate da insufficienza venosa. Attività terapeutiche possono includere:

  • la terapia conservatrice: può essere applicato nelle fasi iniziali della malattia (quando la sconfitta della pelle del piede non è ancora pronunciato e capacità di lavoro di un malato ridotto moderatamente), nel periodo postoperatorio o con controindicazioni al trattamento chirurgico;
  • trattamento chirurgico: viene assegnata espressi segni o all'esecuzione di fasi iniziali della malattia e può essere effettuata sia mediante tecniche mini-invasive, e attraverso un intervento chirurgico radicale.

La terapia conservativa

trattamento delle vene varicose delle gambe

Conservatori metodi di trattamento della malattia varicosa implicano lo svolgimento di un complesso di attività:

  1. Riduzione dei fattori di rischio di progressione della malattia. I pazienti con vene varicose e le persone maggiormente a rischio di sviluppare vene varicose, si consiglia di costante dispensario l'osservazione del medico.
  2. Lotta con adynamia. I pazienti che non hanno segni di tromboflebite o trombosi, mostrando regolari corsi di FISIOTERAPIA e alcuni sport, finalizzati al rafforzamento e l'esercizio delle vene degli arti inferiori. L'intensità dei carichi deve essere concordato con il proprio medico-fisioterapista. Un effetto benefico sulla condizione dei vasi sanguigni delle gambe hanno: camminate, ciclismo, jogging, nuoto. In tali pazienti si raccomanda di eseguire gli esercizi (ad eccezione di quelli eseguiti in acqua) in condizioni di ulteriore compressione creata speciale da letto o bende elastiche. Prima dell'allenamento il paziente si consiglia di sdraiarsi per un paio di minuti con le gambe sollevate. I pazienti con vene varicose sono controindicati sport traumatici per le gambe sport: forza diversi di arti marziali e sport, associato con sollevamento pesi, sci, tennis, basket, pallavolo, calcio.
  3. Terapia compressiva. Per dosato costrizione dei muscoli, che aiuta ad eliminare il ristagno di sangue e normalizza la circolazione venosa, si applica elastiche bende e calze a compressione differente compressione di classe. Con 0 e 1 grado di insufficienza venosa cronica si consiglia di maglieria I-II classe 2 – classe II, 3 e 4 – II o III (e nei casi più gravi IV) della classe. A seconda del grado di lesione delle vene, terapia compressiva con vene varicose degli arti inferiori può essere assegnato come limitato e a lungo termine.
  4. La terapia medica. I pazienti con vene varicose delle vene degli arti inferiori, accompagnato da 1-4 grado di insufficienza venosa, mostrato un tasso di cambio assunzione di medicinali. Va ricordato che la nomina di terapia medica può essere eseguita solo da un medico, perché senza l'uso di farmaci non sarà in grado di liberare il paziente da insufficienza venosa e solo aggravare la malattia. Con una adeguata e ben scelti farmacologico per il trattamento e l'esecuzione delle raccomandazioni del medico per la compressione e fisioterapia paziente è in grado di entro 3-4 settimane di ottenere l'eliminazione dei sintomi clinici, complicanze e di pagamento di insufficienza venosa. Lo schema di terapia possono essere tali farmaci: agenti antiaggreganti piastrinici, anticoagulanti, farmaci antinfiammatori non steroidei. Quando complicato per la malattia e la trombosi delle vene schema di terapia può essere integrato con mezzi speciali per uso locale, e con lo sviluppo di ulcere trofiche e la loro infezione, antibiotici e la guarigione della ferita mezzi.
  5. La fisioterapia. In complesso di trattamenti con vene varicose degli arti inferiori possono includere una varietà di trattamenti che favoriscono la normalizzazione del tono delle pareti delle vene, la microcircolazione e linfa. Per questo il paziente possono essere assegnati: locale darsonvalization, magnetoterapia, laser terapia, l'ossigenazione iperbarica e idro - balneoterapia (generali e locali bagni delle acque minerali, di contrasto, di perle e di acquaerobica). Anche in assenza di controindicazioni al paziente possono essere visualizzati corsi di massaggio, che deve essere eseguita da un tecnico o da solo (dopo la formazione di una semplice tecnica di un esperto massaggiatore). Molti pazienti vene varicose può essere raccomandato come abbastanza comuni metodi di trattamento come ï irudoterapia.
30.04.2019